12.11.08

Berlino XI (Release the Stars)

Graffiti lungo la Schönhauser Allee, Berlino, andando verso Werderstraße da Senefelderplatz.

L’anno scorso avevo scelto “Release the Stars” come “inno” per il 2008. Ero al buio e avevo bisogno di luce—anche di barlumi freddi, pallidi, lontani. Avevo bisogno anche di sbarazzarmi di esperienze, emozioni, e persone negative.

Mi sembra che la cosa abbia funzionato sotto molti aspetti. E poi (a questo non ci avevo proprio pensato) Sancta Rufola nostra (ora pro nobis) aveva scritto e concepito il disco omonimo proprio a… Berlino, città che non me la sognavo neanche minimamente di visitare.

Ho già in mente un inno per il 2009, ma per il momento non dico nulla.

E voi, avete “inni”?

5 commenti:

EMME ha detto...

I miei non sono inni direi piuttosto colonne sonore: "Good bye to Romance" accompagna i miei viaggi... Alberto Camerini le mie pulizie..."Depresso" o "So tired" i miei momenti no... e poi ci sono le canzoni che fissano il momento che ricorderai per tutta la vita...
Carina l'idea dell'inno che stimola e ti fa alzare in piedi sull'attenti, e ti rimette in riga i giorni che proprio in riga non sei... Un'abbraccio M.

Anonimo ha detto...

Heroes. Bowie. Specie quando sono a Berlino. P.S.: Splendide foto.
mollybee

maliarda ha detto...

Grazie, signore, per le vostre visite!

Un abbraccio, m (con un mal di testa che non ci potete credere...)

Amfortas ha detto...

Inni no, ma come tutti ho i miei pezzi di musica adatti a tirarmi su il morale (o anche giù, volendo)
Ciao Marion :-)

Laraenigma ha detto...

Ti confesso una cosa...mi sono deliziata a guardare le foto che hai pubblicato nel blog! Sono tutte ben fatte e tutte di grande gusto...proprio come te! Un bacio