24.9.08

Lontani

Ho riletto le tue lettere.
Ho fatto senza mostrarmi, lo giuro.
Ci credo ancora, forse.
Ma siccome non dura nulla,
siamo lontani, siamo lontani.

Lontani dal Mare Rosso, dal deserto,
dal paradiso, dall’inferno,
dal Pacifico, dai nostri sogni.
Quando spunta il giorno
siamo lontani da tutto,
lontani da noi.

Ho rivisto il film
e ho fatto, mi pare, del mio meglio.
Ho carezzato le cime
ma nel cielo grigio-blù,
siamo lontani, siamo lontani.

Ho rifatto i miei errori,
ho sconvolto ancora dei cuori.
Ho trovato l’appagamento
stasera, seguendo la corrente.
Siamo lontani, siamo lontani.

Lontani dall’America e dalle terre,
dal paradiso e dall’inferno.
Lontani d’Atlantide, dai nostri sogni.
Che la vita è breve.
Siamo lontani da tutto,
lontani da noi.

4 commenti:

EMME ha detto...

"Vicini."
Sono ancora dentro di te, perchè sono te. Tu sei la vita che hai vissuto, le persone che hai incontrato. Grazie a loro sei deventata speciale. Ti abbraccio. M

maliarda ha detto...

Grazie, cara.

*bacione*

m

Elena ha detto...

Lo sai è vero. Le persone che incontriamo entrano in circolo nel nostro organismo interiore, ne diventano parte. Alcune sono efficaci molto più di altre, germogliano, fanno di noi persone più complete.
E se io e te siamo solo lontane presenze che si intravedono via cavo, che tu sia una persona speciale io lo sospetto fortemente. :))
Bacione
Elena

maliarda ha detto...

Grazie. Elena.

Anche tu per me sei molto speciale!

Un abbraccione, m