22.4.08

Splendere

Fucilatemi pure: Non stravedo per il Pavarotti del dopo… 1972, su per giù. (Sì, l’ho visto e sentito dal vivo un bel mucchio di volte. Voici le hic.)

Ma l’incisione dell’Amico Fritz di Mascagni, del ’68, è roba da isola deserta. Eccovene un brano; ne troverete altri presso goear, offerti dall’insigne Alidoro.
O amore, o bella luce del core,
fiammella eterna che il mondo ha in sé.
Mesta carezza, lieto dolore,
la vita è in te!
Blanda è la luce che a notte scende,
sfolgora il sole possente ognor,
pure il tuo raggio su tutti splende,
luce del cor!
Oh! splendi, eterna limpida face!
Spanditi, o palpito generator!
Oh! canta, canta, l’inno di pace:
la vita è amor!

1 commento:

Amfortas ha detto...

Diciamo 1978 dai, anche se pure dopo ha avuto momenti o serate straordinarie.
Questa incisione è meravigliosa, nonostante il lavoro sia, si fa per dire, un'operina.
Ciao!